23/03/2020 - Blog

La Tavola di Pasqua

Tre mise en place per riscoprire il piacere della convivialità

Blanc MariClo' La tavola di Pasqua - Blog

Mancano poche settimane alla Pasqua e anche se quest’anno la trascorreremo in maniera diversa da come avremmo desiderato, restiamo fedeli al significato di questa festa nella speranza che rappresenti il preludio di una rinascita gioiosa e più che mai attesa.

Forse vivremo questo giorno tutti insieme, forse saremo divisi in piccoli nuclei familiari, magari ci scambieremo gli auguri via Skype o da un terrazzo. In ogni caso, andare alla riscoperta di un’intimità capace di farci sentire uniti nonostante le distanze che siamo tenuti a rispettare in questo periodo di emergenza, dona nuovi significati ai nostri gesti.

Ecco che creare un’atmosfera accogliente, prenderci cura dei dettagli, dedicarci alla preparazione della tavola, adesso più che mai diventa un rito, un modo per ritrovare il piacere della convivialità e della lentezza prestando attenzione a noi stessi e agli altri.

Qualunque sia la tua Pasqua e con chiunque la trascorrerai, ti proponiamo tre mise en place per portare in tavola la gioia e la freschezza di questa ricorrenza primaverile.

Blanc MariClo' La tavola di Pasqua con la collezione primerose - Blog

Uno stile classico ma sognante

Se ami stupire con discrezione, ti proponiamo una mise en place dall’aria sognante che strizza l’occhio alla leggerezza e valorizza il simbolo del buon ricevere: la tovaglia. Il raffinato tessuto in cotone dal decoro floreale della linea Primerose diventa la base ideale per una apparecchiatura semplice ma di grande effetto.

Ogni posto tavola prende forma con delle tovagliette sagomate che sostituiscono i sottopiatti con delicati ricami sui toni del rosa, del verde, del beige e dell’azzurro. I piatti in ceramica dai profili argentati, le posate dal manico candido e i bicchieri a calice definiscono il look classico e l’accento nostalgico di questo allestimento.

Il risultato è un senso di serenità informale giocata sul mix and match di elementi diversi ma legati dall’intramontabile semplicità del bianco. Il tocco finale: delle alzatine per dolcetti e bon bon, dei vasi di vetro o dei contenitori di latta per portare in tavola dei fiori freschi.

Blanc MariClo' La tavola di Pasqua con le tovagliette - Blog

Un look bucolico dall’anima shabby

Nella seconda mise en place la tovaglia cede il posto a degli adorabili chemin de table in cotone con stampe che ricordano i disegni di Beatrix Potter in veste di acquerelli composti da conigli e rose.

Qui, sono le ceramiche della linea Il paese delle meraviglie a comporre una tavola dal carattere bucolico ma dall’anima shabby chic, mentre un centrotavola creato con alcune bottiglie di vetro si presta ad accogliere delle rose o dei ramoscelli d’ulivo.

Se l’incertezza riguarda cosa mettere sul runner e cosa lasciar fuori, ricorda che le strisce sono pensate per i piatti, i bicchieri e le posate. Ai lati puoi disporre tovaglioli (sempre a lato esterno della forchetta), fiori, candele, bottiglie con sottobottiglie, cestino e piattini per il pane.

Se il numero dei commensali è dispari, l’aggiunta di una tovaglietta coordinata a capotavola può risolvere il problema. Se, invece, non disponi del numero sufficiente di runner per accogliere tutti gli invitati, una singola striscia può giocare il ruolo di un centrotavola che andrà a donare un nuovo look a una tovaglia bianca.

Blanc MariClo' La tavola di Pasqua - un brunch in stile bistrot - Blog

Un brunch in stile bistrot

L’ultima apparecchiatura, decisamente più essenziale ma sempre in stile shabby, prevede l’uso di tovagliette all’americana bianche da combinare con piatti ton sur ton. Se lo spazio è ridotto, il consiglio è di favorire la praticità mettendo in tavola l’indispensabile senza trascurare la decorazione.

È così che legno e vetro si sposano alla perfezione con cotone e ceramica: tulipani, coniglietti e farfalle della linea Easter Fantasy evocano la tradizione da celebrare e portano l’allegria in tavola per un brunch di Pasqua pensato in stile bistrot.

Affiancando al tavolino uno sgabello o un carrello portavivande, avrai lo spazio necessario per sistemare le bevande e tutto ciò che non ha trovato posto sulla mise en place vera e propria.

Come personalizzare la tua tavola di Pasqua

Se hai già chiaro come apparecchiare la tua tavola ma sei in cerca di idee e consigli per dare un tocco personale alla tua mise en place, ecco qualche suggerimento e due proposte per creare degli originali segnaposto.

  • Fiori: rispettando una palette cromatica tono su tono, puoi dare sfogo alla tua creatività con fresie, begonie, camelie, peonie, ranuncoli e tulipani, ideali per creare dei centrotavola allegri e colorati. In alternativa, dei fiori di campo sono perfetti per dar vita a composizioni dal sapore country chic all’interno di brocche, barattoli di vetro o piccoli cesti di vimini. Basta ricordare di non eccedere in altezza e in profumo per non ostacolare la visuale degli invitati e non suscitare fastidiose allergie ai pollini.
  • Portauovo e barattoli: per creare un centrotavola diverso dal solito, puoi sostituire la classica composizione fiorita con una serie di portauovo e barattoli di vetro da alternare lungo la linea centrale del tavolo. Si presteranno per accogliere al loro interno un singolo fiore e se punterai sulle diverse altezze dei gambi, otterrai un risultato originale e giocoso.
  • Ghirlande d’olivo: tra i simboli della Pasqua, l’olivo è quella che rappresenta la risorsa più versatile per creare delle decorazioni con facilità. Basterà un ramoscello, del fil di ferro e un po’ di spago, per formare una coroncina adatta a impreziosire un porta candele o a svolgere la funzione di segnaposto. In quest’ultimo caso, un cartoncino scritto a mano completerà la creazione con una nota ancor più personale.
  • Simpatici conigli portauova: potrai crearli con un tovagliolo, un uovo del nastro di raso seguendo passo passo le indicazioni di uno dei nostri video tutorial. Riassumiamo alcuni passaggi. Piega il tovagliolo a metà e forma un triangolo, inizia a ripiegare il tessuto su se stesso a partire dalla base del triangolo fino a ottenere una striscia lunga e stretta. Sistema l’uovo al centro e avvolgilo con il tovagliolo ripiegato. Ecco spuntare le due orecchie di un simpatico coniglio portauovo! Basterà fissare il tovagliolo con del nastro di raso e il gioco sarà fatto.

Siamo arrivati al termine della nostra proposta a tema pasquale. Prima di salutarti, ti auguriamo di cuore che il 12 aprile 2020 possa trascorrere in serenità e circondato dalle persone che più ami.




 

Find the store nearest you

Store Locator
Subscribe to the newsletter
This website uses both technical and analytical cookies. The continuation of navigation by accessing any other section of the site, the selection of any element of the same (link or images) or scrolling the page (without having first changed the settings related to Cookies) will be accepted as implicit acceptance upon receipt of Cookies from this site or you can click below on "I ACCEPT COOKIES" consenting to the use of cookies present. The configurations related to Cookies can be changed at any time by clicking on Cookie Policy