19/07/2024 - Blog

MIDSUMMER BRUNCH DREAM

Come ricevere gli amici con un “garden brunch” perfetto nello stile e nel menù

Blanc MariClo' -  brunch estate Blanc

Quando arriva l’estate, torna puntuale il desiderio di condividere con voi qualche momento della vita a Borgo Blanc. Lo abbiamo fatto l'anno scorso con la nostra cena di mezza estate in famiglia, lo facciamo quest’anno con un brunch tra amici che abbiamo organizzato in giardino. È un modo per invitarvi alla nostra tavola e stare insieme in maniera virtuale ma non troppo… 
Vi sveleremo, infatti, come ricevere gli invitati, allestire alla perfezione la tavola in outdoor e creare un menù adatto all’occasione. Ma prima, qualche indicazione sul brunch: un’abitudine nata in Inghilterra ma diventata ormai ben nota anche qui da noi. Iniziamo a scoprire di più: buona lettura!

Cos’è il brunch

La parola brunch è composta da breakfast e lunch: due vocaboli di lingua inglese indicanti, rispettivamente, la colazione e il pranzo. Da qui si deduce subito il significato del termine: il brunch rappresenta l’unione della colazione e del pranzo, un pasto da consumare in tarda mattinata, adatto ai giorni di festa ma anche alle riunioni informali tra amici e colleghi. 

Nel primo caso, si rivela particolarmente adatto durante il fine settimana, quando tendiamo ad alzarci più tardi e fare colazione a orari inconsueti. Nel secondo, si dimostra ideale come colazione di lavoro o pasto leggero da assaporare in compagnia delle persone care. Ma a quando risale questa abitudine?

L’origine del brunch è datata 1895, quando Guy Beringer (scrittore inglese con la passione per l’attività venatoria ) suggerisce sulla rivista Hunter’s weekly: “Invece della cena domenicale [...] perché non proporre un nuovo pasto, da servire verso mezzogiorno, che cominci con tè o caffè?”. Ecco l’inizio di una consuetudine che si diffonde negli anni settanta per estendersi dai paesi anglosassoni a diverse zone del mondo, Italia compresa. 

L’orario perfetto per il brunch è la tarda mattinata tra le 11 e le 13, il momento in cui sentiamo un certo languorino da esaudire con qualcosa di appetitoso. Passiamo quindi a capire cosa mangiare nel corso di questo pasto perché, come ben sappiamo, le usanze e i gusti alimentari cambiano di paese in paese. Ma quando si tratta del Bel Paese, la cucina è di fondamentale importanza.

Cosa mangiare durante il brunch

Blanc MariClo' - cibo brunch

Stando alle parole del suo inventore Guy Beringer, la versione anglosassone del brunch esclude piatti troppo pesanti o elaborati in favore di uova, bacon, pancakes, frutta fresca, sandwich, toast e dolcetti sfiziosi. Il tutto accompagnato da tè, caffè e acqua aromatizzate.

Cosa succede quando queste indicazioni incontrano la ricchezza della cucita italiana? Di certo aumenta la varietà delle pietanze prese in prestito dalle preparazioni tipiche della colazione made in Italy e dal pranzo in stile mediterraneo. D’altro canto, se si tratta di un brunch è importante restare nei canoni di una proposta culinaria più veloce e leggera di un vero e proprio pasto di metà giornata. Per questo, vi suggeriamo di:

  • prevedere sempre qualcosa di dolce (croissant, biscottini e pasticceria secca, per esempio) insieme a qualcosa di salato (torte salate, piccoli panini o focaccine ripiene); 
  • preferire piatti freschi e pratici, adatti all’estate e a essere consumati anche in piedi;
  • prepare dei finger food come polpettine, spiedini di frutta o verdura, crostini o piccoli panini ripieni;
  • predisporre delle monoporzioni di pasta fredda, pappa al pomodoro, panzanella. Stessa cosa per le macedonie o i dessert al cucchiaio; 
  • non far mai mancare della frutta di stagione, anche abbinata allo yogurt;
  • considerare sempre delle alternative vegetariane, vegane e gluten free;  
  • non dimenticare mai l’acqua e i succhi di frutta

Come allestire un brunch in giardino

Blanc MariClo' - allestimento

Adesso che sappiamo cosa preparare e assaporare durante un brunch estivo, soffermiamoci sulla parte che amiamo di più: l’allestimento. Il brunch non prevede necessariamente di stare seduti a tavola, ma potremmo mai rinunciare a una mise en place curata e coordinata? La risposta la sapete ed ecco i vari passaggi in cui l’abbiamo realizzata. 

  • Prima di tutto abbiamo scelto la location del nostro “garden brunch”: una pergola d’uva che amiamo particolarmente per l’ombra offerta dalle sue fronde nelle ore più calde del giorno. La sua struttura ci è stata utile tanto per posizionare la tavola, quanto per appendere dei lampadari sopra di essa. 
  • Dopodiché ci siamo dedicate alla selezione di un tessuto che riuscisse a creare un’ambientazione estiva bucolica e romantica. Non abbiamo avuto dubbi: la tovaglia con la gala della collezione “English rose” ci è sembrata la più adatta per questa occasione vista la freschezza del suo disegno floreale nei toni del verde desaturato.
  • Il passo successivo è stato apparecchiare con dei sottopiatti di rattan abbinati alle ceramiche della linea “Splendor green”. Come vedete dalle foto, non abbiamo utilizzato solo piatti e vassoi ma anche tazze, teiere, piattini da dessert e tante alzate nel rispetto delle due anime del brunch: una legata alla colazione, l’altra al pranzo “all’inglese”. 
  • Bicchieri, caraffe, bottiglie e contenitori di vetro ci sono serviti a presentare e servire tutte le bevande fresche necessarie per dissetare i nostri ospiti in pieno mood analcolico.  
  • Quanto alle decorazioni, abbiamo posizionato un grande cesto colmo di margherite bianche a una delle estremità del tavolo: un modo per aggiungere allegria e per riprendere lo stile country chic dei sottopiatti e dei lampadari.
  • Ultimo tocco, il sottofondo musicale: le incantevoli melodie intonate dal violino di una musicista invitata al nostro tavolo. Che delizia sentire le note fondersi con il canto delle cicale e il soffio del vento! 

Ora che abbiamo condiviso con voi le nostre scelte di stile in veste d’ispirazione per i vostri brunch all’aperto, che dire del menù? Ecco una proposta facile da realizzare nello spirito di un brunch all’italiana.

Un’idea di menù facile e sfizioso

Blanc MariClo' - Roby

  • Preparazioni dolci: pane e marmellata, torta di mele, pasticcini di pasta frolla, pancake;
  • Preparazioni salate: pancake, salumi, avocado toast al salmone, avocado e uova, crostini al formaggio e frutta;
  • Frutta fresca: uva, fichi, kiwi e more;
  • Bevande: acqua, limonata, tè freddo alla rosa, succhi di frutta. 

Se desiderate qualche altro suggerimento culinario adatto ai vostri brunch in giardino, vi consigliamo di leggere il blog post con 3 ricette estive che ci piace preparare a Borgo Blanc.

Se invece volete sapere qual è stato l’ingrediente speciale del nostro brunch tra amiche e amici, è presto detto: ogni persona ha contribuito a rendere questa giornata uno dei ricordi più cari dell’estate 2023. Grazie a chi ha partecipato con il sorriso e la voglia di riunirsi intorno alla tavola per scambiare chiacchiere e confidenze tra toast e pasticcini.  

Con la speranza  che il nostro brunch di mezza estate vi sia piaciuto e vi possa essere d'ispirazione,  vi diamo appuntamento al prossimo articolo firmato Blanc MariClo’. 
Grazie per aver letto fin qui!

Blanc MariClo' - amici e amiche

 

Finden Sie das Geschäft in Ihrer Nähe

Store Locator
Registrieren Sie sich als Händler von Blanc MariClo‘
Registrieren Sie sich für den Newsletter