11/05/2020 - Blog

L'illuminazione che arreda

Idee, consigli, ispirazioni

Blanc MariClo' - L'illuminazione che arreda - Blog

Passare davanti a una finestra illuminata e restare ammaliati. Aprire la porta, far scattare l’interruttore e sentirsi subito a casa. Vedere con occhi diversi un mobile o un angolo del salotto. Cogliere l’essenza di uno stile. Tutte queste situazioni - e ben altre ancora - può crearle la luce.

"L’interior design è definito da luce e ombra,
e l’illuminazione adeguata è di enorme importanza."

Albert Hadley



Da questa citazione e dal lookbook Light with style, inizia la nostra ispirazione del mese di maggio: una mini guida per fare dell’illuminazione un elemento essenziale del tuo arredamento.

Facendo luce sulla luce - perdonaci il gioco di parole - speriamo di accompagnarti nella scelta del lampadario più adatto alle tue stanze, di darti delle idee per creare un’atmosfera accogliente con piantane e abat-jour, di regalarti degli spunti firmati Blanc MariClo’. Buona lettura!

Blanc MariClo' - L'illuminazione che arreda - Blog

I primi elementi da considerare: altezza e grandezza

Prima delle valutazioni di stile, soffermiamoci su alcuni aspetti da prendere in considerazione nella scelta di ogni lampadario: partiamo dall’altezza del soffitto. Se il limite stabilito per legge è di 270 cm dal pavimento e se questo limite può abbassarsi in locali come il bagno o in spazi con specifiche caratteristiche, che fare dei lampadari con le gocce o dei grandi chandelier che tanto amiamo?

La risposta a questa domanda ruota intorno a due capi: trovare la giusta proporzione tra la grandezza del lampadario e le dimensioni della stanza, altezza inclusa; studiare la sistemazione più adatta al lampadario tenendo conto del design e della funzionalità. Iniziamo dal primo capo del dilemma: la valutazione delle proporzioni.

  1. Ambienti piccoli, grandi, asimmetrici: come regolarsi? Ecco alcune indicazioni sulla giusta dimensione dei lampadari in base alla grandezza della stanza. Per ambienti di circa 30 mq, scegli uno chandelier di circa 50-70 cm di diametro. Per stanze piccole, intorno ai 15 mq, meglio una lampada di circa 30-40 cm. In locali molto grandi a pianta regolare, è perfetto un grande lampadario al centro. Quando la forma è irregolare, invece, puoi considerare un punto luce ogni 20 mq.
  2. È possibile inserire un lampadario di dimensioni importanti (con una intelaiatura superiore a circa 70 cm di diametro) in un ambiente dove il soffitto è standard? Sì, basta rispettare le proporzioni indicate sopra e capire dove collocarlo perché non intralci il passaggio o risulti troppo basso. Il luogo ideale per rispettare questi canoni è sopra il tavolo da pranzo, dove potrai sistemare il tuo lampadario a sospensione a una distanza di circa 80/90 cm dal piano del tavolino.
Blanc MariClo' - L'illuminazione che arreda - Blog



Ricorda che dove il soffitto fa scena con stucchi, dipinti, travi, volte, mattoni o pietre a vista, il lampadario dovrà adeguarsi non solo in termini di gusto ma anche in termini di colori, finiture e accessori. Per esempio, gli chandelier in ferro battuto o in legno decapato sono adatti ad ambienti shabby e country, i lampadari con le gocce sono perfetti non solo in contesti classici ma anche in ambientazioni dal design contemporaneo, dove vanno a creare un contrasto tanto forte quanto suggestivo.

Venendo agli accessori, se degli imperini di pizzo, taffetà o garza arricciata aggiungono un tocco chic ai modelli più semplici, dei copricatena di stoffa ingentiliscono la sospensione di ogni lampadario, mentre del filo di seta e degli interruttori vintage aiutano a ricreare al meglio le atmosfere di una volta in impianti a vista di case rustiche o di campagna.

Blanc MariClo' - L'illuminazione che arreda - Blog

Scegliere il lampadario giusto per ogni stanza

Se ogni ambiente ha le sue caratteristiche e ogni stile ha i suoi dettami, non resta che capire come illuminare le tue stanze con Blanc MariClo’ nel rispetto delle diverse funzioni di ogni spazio.

  • Ingresso: anche se questa stanza è di solito piccola e di passaggio, non è detto che non possa essere illuminata ad arte. Scegli un piccolo lampadario con i paralumi plissé se il tuo stile è romantico e ami le luci soffuse, scegli una lanterna in ferro battuto se ti basta una sola luce e cerchi un elemento dall’aria vissuta.
  • Cucina: il cuore della casa pulsa di rituali, scandisce i diversi momenti della giornata ed è spesso piena di vita. Ecco perché in questa stanza la luce non è mai abbastanza. Se è indispensabile illuminare adeguatamente i piani di lavoro, è altrettanto importante scegliere la luce capace di valorizzare il tavolo da pranzo o la penisola. Su quest’ultima, puoi creare un gruppo di singole sospensioni a una luce e puntare su diverse altezze. Oppure, puoi scegliere due piccoli lampadari a piatto in ceramica dai bordi ondulati. Sopra il tavolo, invece, ti suggeriamo un lampadario della linea Taupe in bianco o grigio: semplice ma d’effetto grazie al bordo che riproduce la lavorazione di una trina.
    Blanc MariClo' - L'illuminazione che arreda - Blog


  • Salotto: qui è dove la luce può tralasciare il suo ruolo funzionale per concentrarsi sulla valorizzazione degli spazi a livello estetico ed emozionale... Un lampadario con le gocce per creare suggestivi giochi di luce che si moltiplicano quando incontrano uno specchio. Uno chandelier di ferro e legno per arredare il salotto con eleganza. Un lampadario di metallo dal quale prende il volo un gruppo farfalle per ottenere un effetto scenografico fuori dell’ordinario. Due lampade impreziosite da una cascata di pendenti in legno per far luce sul tavolo da pranzo rettangolare con charme e leggerezza. E per diversificare l’area conversazione e pranzo, da quella lettura, puoi scegliere delle lampade da terra con dei paralumi di lino: la loro luce calda, saprà accompagnarti nei momenti di relax dando subito vita a un'atmosfera intima e raccolta.
    Blanc MariClo' - L'illuminazione che arreda - Blog


  • Camera: anche il questa stanza ti consigliamo di privilegiare il lato più suggestivo della luce. Per farlo, non è obbligatorio posizionare il lampadario al centro della stanza: puoi decidere per due piccoli lampadari al di sopra dei comodini e completare l’illuminazione della stanza con una piantana o una lampada sul cassettone. Se invece non vuoi rinunciare alla luce centrale ma cerchi qualcosa di diverso dal solito, perché non orientarti su un lampadario di forma sferica? Il nostro modello con l’intelaiatura in legno naturale, aggiungerà una nota di stile capace di coniugare modernità e leggerezza; mentre gli intarsi della lanterna L’italiana in Algeri creeranno una danza di luci e di ombre dal fascino esotico.
    Blanc MariClo' - L'illuminazione che arreda - Blog


  • Cameretta: è lo spazio nel quale si cresce e, nella crescita, vanno ad alternarsi momenti di gioco, di riposo e di studio. I punti luce, quindi, dovranno assecondare queste diverse fasi garantendo sicurezza, illuminazione notturna per i più piccoli e una lampada da scrivania per i ragazzi alle prese con le ore di studio.
  • Bagno: dove lo spazio è spesso ridotto anche l'ingombro del lampadario deve adeguarsi. Ecco che la scelta può orientarsi, oltre che sulle classiche lampade direzionali per avere luce nella zona del lavandino e dello specchio, su una plafoniera e su un lampadario a tre luci accomunati dalle nuance del grigio e dalle decorazioni a forma di foglie. In alternativa, dei piccoli lampadari in resina sembreranno delle gemme adatte per abbinarsi con piastrelle e stucchi nei toni naturali o del tortora.
    Blanc MariClo' - L'illuminazione che arreda - Blog

Creare atmosfera con appliques, piantane e abat-jour

Per arredare con l’illuminazione non basta tener conto della forma del lampadario o delle proporzioni della stanza, occorre giocare con la luce, farla diventare viva, renderla capace di creare quell’atmosfera che è sinonimo di casa. Per ottenere questi risultati, pensa alla luce come vero e proprio elemento decorativo e prova a variarla all’interno di uno stesso ambiente: ti permetterà di valorizzare diverse zone della tua stanza, di creare movimento, di mettere in risalto volumi e complementi del tuo arredo.

Nella zona living puoi partire da questa considerazione di base. Se hai già un punto luce centrale, soffermati a valutare le zone di luce e di ombra che genera: gli chandelier a più luci privi di imperini, per esempio, tendono a irradiare una luce uniforme verso l’alto, mentre i lampadari a campana, a piatto o a cilindro, concentrano la luce in un punto e verso il basso per lasciare in penombra il resto della stanza.

Nel primo caso, delle piantane e delle lampade da appoggio possono impreziosire lo stile del tuo soggiorno andando a creare degli angoli luminosi e caldi nei pressi del divano o della tua poltrona preferita. Nel secondo caso, delle appliques possono aiutarti a portare la luce dove manca e ad aggiungere una nota decorativa che potrà proseguire con i punti luce degli ambienti circostanti: una cucina a vista, il vano scale, il corridoio.

Blanc MariClo' - L'illuminazione che arreda - Blog

Nella zona notte, non potranno mancare le abat-jour sopra i comodini per accompagnarti nei momenti che precedono il riposo notturno senza dimenticare l’aspetto decorativo. Ecco che la loro luce dovrà essere soffusa ma anche permettere la lettura di un buon libro. La trasparenza e lo stile dei paralumi, allora, rivestirà un ruolo chiave per completare le tue basi lume e rifinire lo stile della tua camera da letto.

Scegli dei paralumi in velluto, seta e lino arricciati per aggiungere un tocco raffinato che ben si adatta a uno stile shabby. Decidi per una passamaneria con le frange se cerchi una rifinitura che evochi i paralumi di una volta. Scegli le tonalità di colore in base alla tinta della tua testata imbottita o ad alcuni accessori di biancheria, come i cuscini per esempio. E se per te il romanticismo non è mai abbastanza, dei paralumi di pizzo per le abat-jour e per il lampadario creeranno un coordinato decisamente new romantic style!


Termina qui la nostra ispirazione del mese di maggio: arrivederci al mese prossimo per altri spunti di stile e alla prossima settimana per un altro post dal blog di Blanc MariClo’.

* Indicazioni tratte da Come scegliere i lampadari




 

Trouvez le magasin le plus proche de chez vous

Store Locator
Abonnez-vous à la newsletter
Ce site utilise à la fois des cookies techniques et analytiques. La poursuite de la navigation en accédant à toute autre section du site, la sélection de tout élément de celui-ci (lien ou images) ou le défilement de la page (sans avoir au préalable modifié les paramètres relatifs aux cookies) sera accepté comme acceptation implicite à sa réception. des cookies de ce site ou vous pouvez cliquer ci-dessous sur "J'ACCEPTE LES COOKIES" pour autoriser l'utilisation des cookies présents. Les configurations relatives aux cookies peuvent être modifiées à tout moment en cliquant sur Info