16/03/2020 - Blog

Caro Babbo

Lettera aperta a nostro padre

Blanc MariClo' Caro Babbo Roby - Blog

La festa del papà si avvicina e, non senza un briciolo di pudore, abbiamo deciso di condividere una lettera aperta scritta per nostro padre. Da tempo volevamo farlo ma avevamo l’impressione che ci mancassero le parole. Ma ora che due sentimenti si fanno sentire con più forza, li accogliamo, li ascoltiamo e sono loro a dettarci quello che vorremmo dire.

La gratitudine ci parla un uomo che si innamorò di un casale casale di campagna diroccato nel 1987: dentro ci vide già tutto il suo mondo e lo scelse (insieme a nostra madre) come luogo dove farci crescere protette, a contatto con la natura. Se adesso possiamo trasferire la nostra sede aziendale a Borgo Blanc MariClo’ è perché nostro padre ha sognato questo luogo per noi e lo ha costruito un mattone dopo l’altro.

Il senso di appartenenza alla nostra famiglia ci parla di un legame che sentiamo ancora più forte nel tempo incerto e sospeso di questa settimane d’emergenza: è come un abbraccio, ci stringe gli uni agli altri anche a distanza, ci scalda, rinnova quella sensazione straordinaria che si chiama “presenza” e ci dona il necessario per aspettare un tempo migliore. Che verrà, ne siamo certe, e potremo accoglierlo insieme!

Blanc MariClo' Caro Babbo Educa i tuoi figli all'amore - Blog

Caro babbo, questa lettera è per te

Abbiamo iniziato a scriverla senza accorgercene, mentre le giornate correvano veloci e da bambine diventavamo adolescenti, poi donne, poi madri. Il tempo è come una specie di lente e riesce a farti mettere a fuoco le cose solo da lontano. Così, capiamo che questa lettera è formata da tutte le parole che ci siamo detti ma soprattutto da tutte quelle che, negli anni, abbiamo taciuto.

Porta con sé le favole della buonanotte, le litigate adolescenziali, le frasi appese al filo dei tuoi occhi mentre ci guardavi allontanarci nelle prime uscite in macchina da neopatentate, ci aspettavi dietro al cancello o ci tenevi a braccetto per portarci all’altare. È fatta di divergenze di lavoro, di mani affondate nelle tasche e nei pensieri, di telefonate per sapere come stiamo, di riunioni coi dipendenti, delle chiacchiere tra i banchi dei mercatini, dei viaggi in Cina e in India, dell’insalata che raccoglievi e raccomandavi di mangiare, dei ricordi di famiglia che hai custodito scrivendo accanto a ogni foto indicazioni a misura di memoria.

Tu sempre in azienda, il primo ad arrivare, l’ultimo ad andare via. Il commerciante nato, con un’offerta sempre pronta e la voglia mai sopita di intraprendere nuove trattative. Il padre vigile e autorevole. Il marito che lascia dediche sui libri comprati per nostra madre. Il nonno che porta i nipoti sul trattore, che costruisce con loro il giardino segreto, che li accompagna in viaggio e apre loro le porte del mondo. Il boss che non si limita a dirigere ma che scrive, scrive, scrive lunghi discorsi per le riunioni con il suo personale:




“Troppo spesso dimentichiamo che qualsiasi impresa è formata da esseri umani che si sentono forti quando si sentono uniti e hanno una meta comune.

Troppo spesso dimentichiamo che tutti vogliono sentire che il loro lavoro ha un significato, un valore, che una impresa si espande e ha successo quando tutti, dal portiere al fattorino, sono orgogliosi si appartenervi e di contribuire al suo sviluppo.

Troppo spesso dimentichiamo che una impresa è prospera e fiorisce solo quando i capi sono dei leader che i dipendenti approvano, stimano e che loro stessi eleggerebbero.”


22 novembre 2019



Tu in giacca ad accogliere i clienti e in vestaglia davanti al fuoco. La battuta sempre pronta, il piglio da leader ma con lo sguardo buono, anticipatore del futuro. Sveglia presto la mattina perché c’è il giardino che chiama insieme agli appuntamenti di lavoro. Tu che non potresti mai fare a meno della tua terra e dei tuoi muri ma che ci hai insegnato a plasmare la materia dei sogni nel lavoro di ogni giorno.

L’uomo della nostra vita: forte ma con l’animo da bambino, il nostro esempio e la nostra guida. Un uomo giusto, lontano da sciocchezze e frivolezze, saldo sui suoi valori. Vorremmo sempre difenderti per il tuo cuore grande e per quella capacità, tutta tua, di tenere insieme le contraddizioni con leggerezza. Che la leggerezza, come diceva Italo Calvino, “non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore”.

Non sempre ti abbiamo capito, non sempre tu hai capito noi. Per provare a capirci ci è voluto un cambio di passo: noi a prendere un ruolo che prima era tuo, tu da padre a nonno, noi da figlie a genitori. Siamo diversi come lo è ogni figlio dai padri, come lo è il femminile dal maschile, la creatività dalla trattativa commerciale. Siamo uguali come chi ama le stesse cose e non può fare a meno di farle, come chi ha bisogno di esprimersi in qualcosa, come chi riesce a parlarsi in silenzio e ben oltre quello che la bocca ha da dire.

Blanc MariClo' Nonno e nipote - Blog

Il più delle volte ci immaginiamo l’amore come qualcosa di perfetto, ordinato, privo di incrinature. Invece poi lui si fa trovare dentro alle cose che vanno diversamente da come ce le aspettavamo, nella fatica, nel caos, negli sguardi benevoli che resistono e che tanto somigliano ai giorni strani che viviamo.

Tra poco ci troveremo a lavorare in una nuova sede che è ancora la tua casa ed è stata la nostra casa. Sarà come tornare alle radici ma sarà anche tutto diverso da come è sempre stato. Da un lato ci sentiremo elettrizzate. Dall’altro avremo da affrontare nuove sfide. Sappiamo con certezza che sarai al nostro fianco. Sappiamo che, su tutto questo, avrai un'altra delle tue battute da dire e che subito dopo sarà la volta di un rimprovero.

Contraddizioni. Leggerezza e fermezza. Famiglia e azienda. Tutto intrecciato, come i fili di una trama. Come l’Amore.

Per tutti gli altri sei Roby, per pochi sei Francesco, per noi sei sempre e solo il Babbo.
Grazie per tutto ciò che ci hai insegnato e donato!

Mariangela e Claudia

Blanc MariClo' Nonno e nipote - Blog


 

Trova il negozio più vicino a te

Store Locator
Iscriviti alla newsletter
Questo sito utilizza sia Cookies tecnici e analitici. La prosecuzione della navigazione mediante l’accesso a qualunque altra sezione del sito, la selezione di qualunque elemento dello stesso (link o immagini) o lo scroll della pagina (senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies) varrà come Sua accettazione implicita alla ricezione dei Cookies dal presente sito oppure può cliccare qui sotto su “ACCETTO I COOKIES” acconsentendo l’utilizzo dei cookies presenti. Le configurazioni relative ai Cookies potranno essere modificate in ogni momento cliccando su Cookie Policy