16/05/2022 - Blog

BORGO BLANC: UNA SCELTA ECOSOSTENIBILE

Il nostro impegno per agire in modo più responsabile verso la natura, l'ambiente, le persone

Blanc MariClo' - candele

“Il giardino di Borgo Blanc, con la sua collezione di centinaia di rose antiche, erbe aromatiche, fiori, arbusti autoctoni, oltre che un luogo di lavoro è un rifugio dell’anima e della mente” 

Roby Federighi

Un articolo diverso dal solito. Un articolo che prende spunto dalle parole di nostro padre per parlarvi della nostra scelta ecosostenibile. È stato lui a sognare per noi un luogo in cui vivere in armonia con la natura. Quel luogo è diventato la sede aziendale di Blanc MariClo’ nel 2020. Una decisione maturata nei passaggi di una storia lunga più di trent’anni. Oggi ve ne raccontiamo alcuni a parole, altri con un video che vi porterà virtualmente nel parco di Borgo Blanc. Vi va di farci compagnia?

Le origini di Borgo Blanc

Quella che oggi conoscete come sede del nostro brand, nasce dalla nostra casa. Era il 1987 quando i nostri genitori acquistarono una tenuta agraria sulle colline pisane con l’idea di farci crescere lontane dalla città, in un luogo che assecondava l’alternarsi delle stagioni. Un posto dove imparare a seminare, aspettare, raccogliere. Dove il vento frusciava tra i rami degli alberi e diffondeva nell’aria il profumo dei fiori.

Era il loro sogno e per realizzarlo c’è voluto tempo, impegno e tanta dedizione. L’antico fienile in realtà era un rudere e il terreno circostante era in parte abbandonato, in parte coltivato in maniera intensiva. 

Il restauro del fienile ha rispettato l’architettura originaria per ricreare le atmosfere della campagna toscana dei primi del Novecento. Quel gusto country che fa parte delle ispirazioni più iconiche di Blanc MariClo’. Tutto intorno, il giardino ha preso forma a poco a poco con la messa a dimora di numerose specie di alberi e di rose antiche, vera passione di nostro padre.

Blanc MariClo' - le origini

La scelta ecosostenibile

Dall’agricoltura intensiva all'agricoltura rispettosa dell’ambiente

All’inizio, l’area agricola di Borgo Blanc produceva grano, granturco, girasoli, barbabietole da zucchero e tabacco. Coltivazioni intensive che prevedevano l’uso di diserbanti e prodotti chimici a discapito delle sostanze nutritive contenute nella terra ma anche della salubrità dell’aria e dell’acqua. 

Fu così che nostro padre decise di destinare circa 140 ettari alle piantagioni di pioppi, alberi capaci di drenare il terreno e di assorbire notevoli quantità di anidride carbonica. Successivamente, riservò circa 5 ettari a piante autoctone come il corbezzolo, il nocciolo, il cipresso e la quercia. 

Tra questi alberi ci siamo rincorse e abbiamo giocato con la nostra numerosa famiglia di amici a quattro zampe. Qui siamo diventate adulte, abbiamo cullato i nostri figli e adesso li guardiamo giocare tra gli stessi alberi che ci hanno viste bambine e che, nel frattempo, sono cresciuti insieme a noi.  

Dopo più di trent’anni il parco di Borgo Blanc è rigoglioso: un luogo in armonia con le nostre scelte e con i valori che abbiamo deciso di condividere con i nostri clienti. Il concetto di ecosostenibilità, infatti, non comprende solo il rispetto per la natura e per l’ambiente, ma integra questo significato con una visione economica e sociale che vede al centro la persona. 

Da questa convinzione, ha preso senso e vita il progetto di trasformare la nostra abitazione di famiglia nella sede aziendale di Blanc MariClo’.

Da abitazione a sede aziendale

Prima che la nostra casa diventasse Borgo Blanc, l’azienda aveva la sua sede in un capannone industriale: uno spazio di certo funzionale, ma assai lontano sia dal nostro stile sia dalle nostre esigenze di vita e lavoro. Avevamo in mente un luogo che riuscisse a esprimere l’essenza dei nostri prodotti tessili e di arredamento. D’altro canto, cercavamo un ambiente più vicino alle necessità delle persone, uno spazio dove far convivere produttività, creatività e natura. 

Quel luogo lo abbiamo trovato a casa e tra il 2019 e il 2020, nel pieno della pandemia, abbiamo alimentato un nuovo sogno riorganizzando gli spazi in funzione dell’azienda, del personale e dei clienti. Le nostre camerette sono diventate gli uffici della direzione creativa. Il salotto si è trasformato nello show room. La foresteria, dove un tempo decapavamo e restauravamo i primi mobili shabby, ha preso le sembianze di uno spazio polifunzionale: da un lato set per gli shooting fotografici, dall’altro sede di eventi ed esposizioni vintage.

Abbiamo deciso di contribuire a scelte responsabili nei confronti dell’ambiente facendoci anche promotori di pratiche sostenibili per la gestione aziendale. Borgo Blanc è l’espressione di tutto questo: un luogo dove essere felici insieme a tutti coloro che fanno parte del nostro brand. E la natura che ci circonda è l’elemento chiave di questo sogno diventato realtà.

Il parco di Borgo Blanc

I pioppeti
 

Blanc MariClo' - pioppeta

Tra le presenze del parco di Borgo Blanc quella dei pioppi riveste un ruolo molto importante ai fini della sostenibilità ambientale. Un singolo ettaro di pioppeto, infatti, è in grado di assorbire circa 18 tonnellate di CO2 in un anno: un prezioso aiuto per compensare le emissioni di gas serra prodotte dalla nostra attività e per rendere più salubre l’aria che respiriamo. 

In particolare, la specie di pioppo scelta per i nostri pioppeti è quella del Popolus alba, il pioppo bianco che nel suo nome scientifico esprime da un lato l’idea di “albero del popolo" (arbor populi), dall’altro la tipica sfumatura della corteccia e della parte inferiore delle foglie. 

Si tratta di specie resistente e longeva, capace di arricchire le sostanze nutritive del terreno. Il fusto è slanciato e può raggiungere notevoli altezze (anche 30/40 metri). Le foglie sono di forma tondeggiante, lucide, di colore verde nella parte superiore e biancastre in quella inferiore. In primavera il pioppo produce il tipico polline sotto forma di lanugine: noi la chiamiamo la neve dei pioppi e anche quella contribuisce all’atmosfera magica di Borgo Blanc.

Le rose antiche

Blanc MariClo' - rose antiche

Sono il frutto della ricerca di nostro padre e nostra madre. Alcuni esemplari, piantati più di 30 anni fa, hanno dato vita a un vero e proprio roseto. E anche se le rose antiche fioriscono solo una volta l'anno, diversamente dalle rose moderne (ibridi di tea), possiamo assicurarvi che il loro profumo e la loro bellezza sono una continua fonte d’ispirazione. 

Tra gli esemplari preferiti di nostro padre c’è la rosa Souvenir de Mme Viennot, una varietà rampicante, dai fiori sfumati e dal gusto romantico, che riveste un lungo pergolato ad arco: un cammino fiorito nel quale inoltrarsi per ritrovare pace e serenità.

L’orto e le piante aromatiche

Blanc MariClo' - l'orto

Lavorare la nostra amata terra, tra le radici e i semi, in inverno e in estate, è un modo per proseguire la nostra storia. Ma è anche la strada che abbiamo scelto per rinnovare il nostro impegno ad agire in modo più responsabile nei confronti della natura, del territorio, delle persone

Nel corso dell’anno raccogliamo dall’orto insalata, zucche, zucchine, pomodori, cavoli, melanzane, porri, cipolle, rosmarino, salvia, basilico e timo. Doni che  diventano un regalo per le tante persone che scelgono Blanc MariClo’ e ne sposano la filosofia.  

Mariangela e Claudia

 

 

Trova il negozio più vicino a te

Store Locator
Diventa rivenditore ufficiale
Iscriviti alla newsletter
Questo sito utilizza sia Cookies tecnici e analitici. La prosecuzione della navigazione mediante l’accesso a qualunque altra sezione del sito, la selezione di qualunque elemento dello stesso (link o immagini) o lo scroll della pagina (senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies) varrà come Sua accettazione implicita alla ricezione dei Cookies dal presente sito oppure può cliccare qui sotto su “ACCETTO I COOKIES” acconsentendo l’utilizzo dei cookies presenti. Le configurazioni relative ai Cookies potranno essere modificate in ogni momento cliccando su Cookie Policy